RomArché. Parla l’archeologia, in precedenza RomArché. Salone dell’Editoria Archeologica, è una manifestazione culturale dedicata all’archeologia che si tiene a maggio, ogni anno ospite di una diversa istituzione culturale di Roma. La manifestazione è organizzata da Fondazione Dià Cultura, con il sostegno di Siaed, azienda leader nella consulenza informatica per il mercato bancario e della pubblica amministrazione, e della tipografia System Graphic s.r.l, partner dell’evento sin dalla sua prima edizione.

Obiettivo della manifestazione è quello di creare un’occasione privilegiata d’incontro e di scambio culturale tra case editrici specializzate e operatori del settore, Istituzioni, Enti Pubblici, Musei, Università, Centri di ricerca, Società e Cooperative archeologiche, Agenzie specializzate nel Turismo culturale, Associazioni Culturali, fornendo inoltre la possibilità di presentare le proprie attività con incontri inseriti all’interno del ricco programma dell’evento, che include ogni anno un convegno dall’alto profilo scientifico. La manifestazione è frequentata non solo da studiosi, archeologi e, in generale, addetti ai lavori ma anche da un vasto pubblico di appassionati.

Fondazione Dià Cultura

Costituiti nel 2012 su iniziativa dell’azienda informatica Siaed – progettiamo e realizziamo attività culturali per valorizzare il patrimonio archeologico, artistico e antropologico italiano, riportando le esperienze del passato all’interno del dibattito culturale contemporaneo. Le nostre attività di ricerca si concentrano sulla sperimentazione di nuove forme di comunicazione culturale e scientifica, più vicine ai linguaggi della contemporaneità, fortemente partecipative e improntate a un utilizzo consapevole delle nuove tecnologie; in particolar modo nel campo dell’archeologia, della storia e dell’antropologia cerchiamo di incoraggiare l’interazione tra metodi e contenuti. Con le nostre pubblicazioni miriamo a un’ampia diffusione della cultura, supportando la ricerca e contribuendo a creare occasioni di confronto per studiosi ed esperti, guidati da un comitato scientifico formato da giovani docenti e ricercatori e in collaborazione con Università, Enti Pubblici e Istituti di Studio e di Ricerca, sia nazionali sia internazionali.

 



Via della Maglianella, 65 E/H | 00166 | Roma
T. +39 06.66990.234/385 | F. 06.66990.422 |
info@diacultura.org | www.diacultura.org

 
 

Siaed SpA

Nata nel 1977, progetta, sviluppa e realizza soluzioni di back office a clienti operanti nel settore finanziario, dei servizi e della Pubblica Amministrazione.
Il back office è tutto ciò che il cliente finale (o utente) non vede, ma che consente la realizzazione dei prodotti o dei servizi a lui destinati.
Al back office afferiscono molteplici attività, prime fra tutte quelle relative alle fasi di produzione, di gestione e amministrative.
Sugli ambiti produttivi, gestionali e amministrativi si focalizza l’offerta di SIAED che nella riprogettazione dei processi aziendali o Business Process Reengineering – individua un intervento organizzativo di profonda revisione dei modelli operativi che non risultano più adeguati o che necessitano di un efficientamento orientato ad una maggiore competitività.
Spesso la riprogettazione implica lo sviluppo o rifacimento di soluzioni software applicative; per questo SIAED si è dotata di una Qualificata Struttura IT in grado di progettare e sviluppare al proprio interno tali soluzioni.
Il modello di SIAED nello sviluppo di soluzioni proviene dalla capitalizzazione delle conoscenze acquisite nello svolgimento delle proprie attività per grandi clienti. La finalità è quella di garantire al Cliente considerevoli saving economici e l’ottimizzazione dei processi.

 

 

Forma Urbis

La Fondazione Dià Cultura collabora con la Casa Editrice E.S.S. Editorial Service System Srl curando diverse pubblicazioni di carattere scientifico e, in particolare, quella del mensile Forma Urbis dedicato all’archeologia, di cui, dal 2013, curiamo il piano editoriale, i contenuti scientifici e l’impianto grafico. 
La rivista viene fondata nel 1995 da Luciano Pasquali come mensile archeologico specializzato negli ipogei di Roma, da cui prende spunto il nome del sottotitolo “Itinerari nascosti di Roma antica”. Intento principale del giornale, negli anni passati, è stato quello di far conoscere Roma e il mondo romano nei suoi molteplici aspetti, con il fine di consentire a un pubblico il più vasto possibile di apprezzarne il patrimonio monumentale.

La nuova linea editoriale, inaugurata nel 2010, ha ampliato lo spettro dei contenuti, passando dall’analisi dell’archeologia di Roma a quella di tutta l’archeologia romana e preromana  in Italia e all’estero, dando avvio a un’intensa collaborazione con diverse istituzioni archeologiche impegnate nella ricerca  scientifica e nella formazione degli archeologi – dalle Università, alle Soprintendenze, agli Istituti, alle  associazioni e missioni archeologiche – con il fine di divenire al contempo un nuovo strumento di alta divulgazione per il grande pubblico e di comunicazione, specializzata ma veloce, tra archeologi. È dunque evidente la finalità prima della rivista, quella di essere una giusta via di mezzo tra una rivista scientifica (come è evidente dai contributi opera sempre di archeologi professionisti e,  soprattutto, dall’indicizzazione in “dyabola”) e una rivista divulgativa (come emerge dalla garanzia di una diffusione
capillare in edicola), ossia un prodotto di alto e autorevole livello scientifico facilmente raggiungibile anche dai lettori occasionali.

 

Via della Maglianella, 65 E/H | 00166 | Roma
T. +39 06.66990.1
info@siaed.it | www.siaed.it

Linea editoriale, progetto scientifico e veste grafica
Fondazione Dià Cultura
www.diacultura.org
Amministrazione e segreteria
E.S.S. | Via di Torre S. Anastasia, 61 | 00134 | Roma T. +39 06.710561 | F. 06.71056230
www.formavrbis.com

 
Grafiche sito web romarche NEW (2).png
bande per social(FB e TW)_TWITTER avatar.jpg

Solo quattro mesi ci separano dalla nona edizione di RomArché. Parla l'archeologia che quest'anno sarà ospitata dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia dal 24 al 27 maggio! Come ogni anno la manifestazione si dividerà tra l'organizzazione di un convegno scientifico - Museum.dià 3. Reti creative. Paradigmi museali di produzione, gestione, comunicazione nell’era dell’iperconnettività - l'esposizione dell'editoria di settore, visite guidate sperimentali e gli appuntamenti di Leggere in BiblioArché! 
Continuate a seguirci, nelle prossime settimane vi sveleremo di più!

bande per social(FB e TW)_FACEBOOK avatar.jpg


Edizioni precedenti

            2010

          2010

1.png

WORK IN PROGRESS! 

Grafiche sito web romarche NEW (1).png

Fondazione Dià Cultura

Via della Maglianella, 65 E/H | 00166 | Roma

T +39 06.6699.0.234/385 | F. +39 06.6699.0.422

info@diacultura.org | www.diacultura.org



 
3.png